Il Narcisismo Digitale

Psiche Nessuno e Centomila

Il narcisismo ha di per sé un’accezione positiva: indica l’amore sano e legittimo per se stessi. Perde tale connotazione quando si lega ad un bisogno abnorme di attenzione, affermazione, apprezzamento, gratificazione esterna. Quando cioè si traduce in un modo ego-riferito di stare al mondo, strettamente legato ad un vissuto di superiorità e al bisogno di ottenere riscontro e gratificazione da parte di un pubblico plaudente. L’Io allora diviene il prevalente o unico oggetto di investimento libidico e la relazione con l’altro viene relegata sullo sfondo a vantaggio dell’affermazione di Sé. Si tratta di un’alterazione del rapporto Io/Altro. Il narcisista patologico è bulimico di approvazione Continua a leggere

Annunci

La Vicenda di Cassino e il Patto di Fiducia tradito

ragazza-stuprata

E’ di questi giorni la notizia che un’adolescente di Cassino avrebbe confessato ad un’insegnante i presunti abusi subiti dal padre, affidando la sua drammatica confessione a un tema in cui le si chiedeva di immaginare di confessare alla madre tutto ciò che non aveva mai avuto il coraggio di dirle. La proposta didattica avrebbe così consentito alla minore di sollevare il pesante coperchio sul vaso di Pandora che celava l’orrore con cui da tempo faceva i conti. A seguito di tale confessione, la scuola avrebbe poi segnalato il caso alle Autorità competenti dinanzi alle quali la quattordicenne avrebbe confermato quanto riferito nello scritto scolastico. La testimonianza avrebbe Continua a leggere

Il terremoto e gli sciacalli dei buoni sentimenti

Terremoto Amatrice

Un terribile terremoto ha falciato interi comuni del Centro Italia. Da giorni, immagini di orrore e dolore entrano prepotentemente nelle nostre case per raccontare in diretta l’immane tragedia in corso. Ma, come spesso accade in queste circostanze, lo spartiacque tra informazione e sciacallaggio giornalistico diviene sottile come una pellicola trasparente e offre cibo in quantità ai bulimici del voyeurismo mediatico. C’è chi chiede alle vittime di provare a ricordare la propria casa prima che fosse ridotta in un cumulo di macerie descrivendo cosa prova a favore di telecamera; chi domanda come ci si sente ad aver perso tutto ciò che aveva costruito in un’intera Continua a leggere

Spettatori dell’Orrore

Spettatori dell'Orrore

Due uomini legati da una relazione omosessuale uccidono un amico nel salotto della propria abitazione. Non c’è alcun movente, se non quello di regalare un degno palcoscenico al Superuomo di nietzschiana memoria che alberga negli angusti anfratti delle loro frustrazioni. Si tratta della trama di uno dei thriller difficilmente eguagliato per intelligenza ed originalità in tutta la storia del cinema. Certamente uno dei migliori firmati dal maestro del brivido per eccellenza, Alfred Hitchcock. Era il 1948 e “Nodo alla gola”, questo il titolo del film, traeva spunto da uno sconvolgente fatto di cronaca risalente a oltre vent’anni prima, quando due giovani amanti uccisero Continua a leggere