I Sotterranei dell’anima: l’Ombra e la Rabbia

Annarita Arso Psicologa Brindisi

Secondo le teorizzazioni Junghiane, l’Ombra è l’archetipo relativo alla parte oscura, rigettata e minacciosa del Sè, ovvero quella parte di ciascuno di noi in cui vengono relegati tutti gli aspetti della personalità che rifiutiamo o che consideriamo socialmente poco desiderabili: per dirla in altri termini, una sorta di deposito degli istinti incontrollabili. L’Ombra è ciò che non vorremmo essere, cioè la somma di tutte le qualità sgradevoli che vorremo nascondere, il lato inferiore e primitivo, l’ospite indesiderato dentro di noi, quel lato oscuro che il nostro Io ritiene inaccettabile. Per qualcuno l’Ombra di cui parlava Jung risiede nelle pagine delle proprie esistenze Continua a leggere

Annunci

La Mente e i suoi strumenti: la Proiezione

Psiche Nessuno e Centomila

Per tutto l’arco della nostra esistenza incrociamo coppie di opposti inconciliabili. Tutte le nostre relazioni interpersonali sono permeate da un’irriducibilità di differenze che ci ostiniamo a voler eliminare. Comprendere che se l’altro non è come noi (o come noi lo vorremmo) non implica che sia sbagliato, ci aiuterebbe invece ad accogliere quella diversità come un motivo di arricchimento e un’opportunità di crescita, riducendo notevolmente i conflitti nelle relazioni interpersonali. Eviterebbe altresì lo spreco incommensurabile di energia psichica a cui l’inutile (e illegittimo!) tentativo di cambiare gli altri ci sottopone. Talvolta, l’unica ragione per cui ci lamentiamo che Continua a leggere