Perdonarsi per aver creduto di non essere abbastanza

12743955_947336385314595_2831224209468831019_n

Quando ci si ostina a restare in una relazione che rende infelici, rifuggendo a tutti i costi il distacco dall’altro, mettendo in scena una pantomima amorosa fatta di corsi e ricorsi, andate e ritorni, accuse e assoluzioni, si finisce inevitabilmente per riprodurre all’infinito gli stessi copioni comportamentali disfunzionali, illudendosi che prima o poi la relazione ci doni quello che pensiamo di meritare. Per questo alcune dinamiche di coppia assomigliano molto a ciò che accade sulle montagne russe. Si vola in alto fino ad avere la sensazione di toccare il cielo con un dito e proprio quando si crede di aver superato la paura della vertigine, si scivola giù come in un baratro senza confini, dal Continua a leggere

La Trappola della Dipendenza Affettiva

Annarita Arso Psicologa Brindisi

Erano gli anni della mia formazione post lauream e svolgevo il tirocinio professionalizzante presso un Servizio di Neuropsichiatria per l’età evolutiva quando, per la prima volta, ebbi la possibilità di osservare alcune specifiche dinamiche relazionali che molti adolescenti tendevano a riproporre in modo quasi schematico nei loro primi rapporti amorosi; schemi comportamentali che ricordavano moltissimo alcuni meccanismi rintracciabili nei rapporti con le figure genitoriali. Avevo da poco conseguito la Laurea in Psicologia Clinica e la trilogia di Bowlby “Attaccamento e Perdita” campeggiava ancora come una Sacra Bibbia sulla mia disordinata scrivania: Continua a leggere