Vampiri Affettivi e Vampiri Virtuali

Vampiri affettivi e vampiri virtuali

Un argomento vasto e complesso quello della manipolazione nelle relazioni interpersonali, così come delicato e articolato è quello ad esso correlato delle dipendenze affettive (di cui, in diverse occasioni, mi sono occupata in questo blog). Eppure la Rete pullula di semplicistici libretti di istruzioni per difendersi da queste complesse e dolorose trappole relazionali: vi sono puntuali decaloghi per disfarsi del vampiro affettivo trafuga-certezze, manuali di sopravvivenza al manipolatore scippatore di autostima e accurate diete per digerire i chili di insicurezze accumulati a causa di questi predoni di buoni sentimenti.  Continua a leggere

Annunci

Abbandonare i luoghi della Mediocrità Affettiva

11

Alcune persone si rivelano, loro malgrado, incapaci di chiudere un rapporto nonostante questo generi solo sofferenza e dolore. Che si tratti di una relazione sentimentale, amicale o familiare, capita che alcuni si lascino sopraffare dal senso di colpa, dalla disistima, dal timore di non poter sostenere il vissuto di incapacità per non essere riusciti a risollevare le sorti della relazione. Temono di essere travolti da una rabbia auto-diretta per non essere stati all’altezza di proteggere i sentimenti messi in gioco e l’investimento emotivo nei confronti del partner o dell’amico. Continua a leggere

La Coppia tra Mondo interno e Realtà esterna

10301061_10205065700342592_1342723593692487385_n

Nei rapporti di coppia sia le esperienza emotive e sessuali più appaganti, che i conflitti aperti o latenti più incendiari, dipendono fortemente dall’attivazione di specifiche relazioni oggettuali interiorizzate. A spiegare le dinamiche amorose attraverso questo assunto, ci hanno pensato voluminosi Manuali e complesse trattazioni teoriche di matrice post – Freudiana, tutte collocabili sotto l’etichetta di “Teorie delle relazioni oggettuali”. Tra i vari Autori, Otto Kernberg, così spesso citato in questo blog, ne rappresenta certamente uno tra i maggiori esponenti. Dopo essersi occupato a lungo di psicopatologia, arrivando a ridisegnare completamente il modo di fare diagnosi Continua a leggere

Dipendenza Affettiva nella Coppia

coppia b. e n.

Nella società contemporanea, in cui si assiste sempre più spesso alla costituzione di rapporti affettivi  “a tempo determinato e responsabilità limitata”, fondati su un tipo di comunicazione superficiale quando non fortemente condizionata dai social network, quello della dipendenza affettiva sta diventando un disagio sempre più diffuso. Quando si usa quest’espressione, non necessariamente ci si riferisce a componenti patologiche (si pensi ad esempio alla dipendenza che caratterizza il legame madre-bambino o a quella tra partner che costruiscono il proprio legame in un clima di interdipendenza affettiva). J. Bowlby, con la sua teoria dell’attaccamento, Continua a leggere

La Trappola della Dipendenza Affettiva

Annarita Arso Psicologa Brindisi

Erano gli anni della mia formazione post lauream e svolgevo il tirocinio professionalizzante presso un Servizio di Neuropsichiatria per l’età evolutiva quando, per la prima volta, ebbi la possibilità di osservare alcune specifiche dinamiche relazionali che molti adolescenti tendevano a riproporre in modo quasi schematico nei loro primi rapporti amorosi; schemi comportamentali che ricordavano moltissimo alcuni meccanismi rintracciabili nei rapporti con le figure genitoriali. Avevo da poco conseguito la Laurea in Psicologia Clinica e la trilogia di Bowlby “Attaccamento e Perdita” campeggiava ancora come una Sacra Bibbia sulla mia disordinata scrivania: Continua a leggere

Amore o Sottomissione?

Annarita Arso Psicologa Brindisi

Qualche volta, come scriveva Roland Jaccard nel “Dizionario del perfetto cinico”, il confine tra Adattamento e Sottomissione è davvero labile. Per quanto la capacità di adattamento di un individuo all’ambiente circostante non abbia nulla a che vedere con l’atteggiamento remissivo di chi subisce un’ingiustizia senza reagire, si sottomette passivamente alla volontà altrui o inibisce i propri bisogni per evitare potenziali conflitti nelle relazioni interpersonali, qualche volta la linea di demarcazione diviene davvero molto sottile. Colui che si mostra sempre compiacente e remissivo non si “adatta” all’ambiente, ma si “sottomette” ad esso, plasmando le proprie esigenze sulle aspettative altrui Continua a leggere

A letto con il nemico. Il Manipolatore Affettivo

Psiche Nessuno e Centomila

Vi capita frequentemente di pensare (o di dire) “continua a mettermi in bocca parole che non ho mai detto!” oppure “intendevo tutt’altro, come avrà fatto a fraintendermi?” o, ancora peggio “cosa avrò mai fatto IO per essere frainteso?”. Nel rapportarvi con il partner vi sentite spesso preda di un vissuto di umiliazione, inutilità, disistima? Succede di frequente che le vostre conversazioni si concludano con un atteggiamento remissivo da parte vostra di fronte ad ingiustificate accuse e recriminazioni di varia natura? Quante volte vi capita di chiedere scusa al partner anche in circostanze in cui siete certi di non averlo ferito e di esservi limitati ad esprimere i vostri bisogni affettivi? Continua a leggere