Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo 2016

Giornata Mondiale Consapevolezza Dell'Autismo

Non sopporto che le persone mi dicano bugie. Soprattutto quando pretendono anche che io le guardi negli occhi mentre me le raccontano. Oggi ho sentito dire alla maestra che quest’anno in classe c’è una bella gatta da pelare. Ma intorno a me c’erano solo tanti bambini, nessun gatto. Una maestra dovrebbe conoscere la differenza tra gatti e bambini. Ancora meno di chi dice le bugie, mi piacciono i broccoli, i bottoni e quelli che parlano in modo strano. Le parole sono importanti e bisognerebbe imparare a restare in silenzio quando non si è capaci di usarle. La mamma dice che a scuola imparerò a parlare e che finalmente potrò smettere di chiedere le cose indicandole. Io penso che Continua a leggere

Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo 2015

Psiche Nessuno e Centomila

“La gente mi confonde. Per due ragioni, fondamentalmente. La prima è che la gente parla molto senza usare le parole (…). La seconda ragione è che la gente spesso parla usando delle metafore. La parola metafora significa trasportare qualcosa da un posto all’altro (…). Questo significa che la parola metafora è una metafora. Credo che potrebbe anche essere definita una bugia, perché il cielo non si riesce a toccarlo con un dito e la gente non tiene gli scheletri nell’armadio. E quando mi concentro e cerco di rappresentare nella mia testa frasi come queste non faccio altro che confondermi, perché immaginare qualcuno con dei diavoli attaccati ai capelli mi fa dimenticare di Continua a leggere