La Triangolazione Familiare

Psiche Nessuno e Centomila

Vi sono relazioni complesse, intricate, alimentate da giochi relazionali “perversi”. Incastri di coppia disfunzionali, talvolta poggianti sui reciproci bisogni di riversare sull’altro le frustrazioni di un legame che non si ha il coraggio di recidere. Si sta insieme perché l’uso strumentale dell’Altro è funzionale a confermare qualche aspettativa negativa su se stessi o sulla relazione.
In sistemi familiari germogliati da radici così malandate accade che un figlio possa, suo malgrado, diventare la longa manus di uno dei due genitori. Nascono così pericolosi sottosistemi e si creano subdoli giochi di alleanze alimentate da dinamiche relazionali Continua a leggere

Annunci

Fratelli Coltelli

Fratelli coltelli. Rivalità tra fratelli in età adulta

Uno degli ambiti poco esplorati dalla Psicologia contemporanea è certamente quello relativo al rapporto tra fratelli in età adulta. Gli studi e le teorizzazioni, infatti, in genere si fermano ad analizzare l’importanza di tale relazione nelle varie fasi dello sviluppo evolutivo del bambino, ponendo l’accento soprattutto sull’influenza nella comparsa delle principali competenze sociali. E’ noto, ad esempio, come il bambino nel rapporto con i fratelli impari le prime strategie di negoziazione e di cooperazione, sperimenti un ampio ventaglio di interazioni interpersonali, si confronti per la prima volta con la competizione ed il conflitto. Come insegna lo psicoterapeuta Continua a leggere

La Madre Invischiante

La madre invischiante

Come insegnava il buon vecchio Freud tutto ciò che di importante accade nella nostra vita psichica, accade per sempre; e certe volte continua anche ad accadere.
Sulla scorta delle importanti acquisizioni teoriche e cliniche degli ultimi decenni, è ormai possibile esplorare le implicazioni che le relazioni precoci di attaccamento hanno nel condizionare la realtà psichica in via di formazione di un bambino. E’ unanimemente accettato che la qualità della relazione che si instaura tra quest’ultimo e le sue principali figure di riferimento, influenzerà in modo significativo la rappresentazione di sé (come ho già descritto in un mio vecchio articolo) quella Continua a leggere

Il Figlio Imperfetto della Famiglia Perfetta

questa

Vi sono storie familiari che si snodano su binari rettilinei e saldi, percorrono l’itinerario previsto da una mappa socialmente predefinita e giungono in perfetto orario nelle stazioni precostituite del fidanzamento, del matrimonio, della prima gravidanza. Storie che appagano le più inverosimili fantasie sulla famiglia ideale, perché non hanno mai attraversato una crisi, mai dovuto affrontare un’avversità, un deragliamento, un ritardo, una falsa partenza; esistenze che si sviluppano attraverso narrazioni a prima vista idilliache e invidiabili; rassicuranti nella loro rigida prevedibilità e riconoscibili nell’anonimato delle loro vicissitudini interne;  Continua a leggere

Il Mito Familiare

11235444_447982825370947_3421772718574019803_n

Ogni famiglia custodisce nella propria casa il proprio mito familiare. C’è chi lo nasconde in soffitta nel baule dei vecchi giocattoli, tra marionette consenzienti e inanimate bambole di pezza; chi in cantina, accanto alla bottiglia di Barolo destinata alla prima grande occasione da festeggiare; chi tra le pieghe delle lenzuola profumate di bucato e chi dentro la libreria, dietro la copertina di quel libro che ci si ripromette di leggere da una vita. Perché il mito familiare racchiude in se non solo le leggende che vengono tramandate da generazione in generazione, ma anche la “legenda” per decifrarne il significato. Custodisce i tabù inconfessabili, i valori irrinunciabili e le promesse Continua a leggere

Miti e Mandati familiari della Famiglia Invischiante

Annarita Arso Psicologa Brindisi

La questione del mancato svincolo dalla famiglia di origine è un tema molto complesso che affonda le sue ragioni nella tipologia di attaccamento ai caregivers (mamma, papà e chiunque si occupi della crescita di un bambino), nei meccanismi alla base della formazione del Sé, nei processi che presiedono lo sviluppo dell’autostima e, ovviamente, in quelli connessi all’acquisizione dell’autonomia. Quest’ultimo compito, è frutto di un processo complesso e duraturo che inizia nella primissima infanzia e che necessita di un contesto capace di dosare, nelle varie fasi di sviluppo, la necessità di proteggere il bambino e di infondergli sicurezza, con quello di motivarlo ad “allontanarsi” gradualmente dalla figure di riferimento: Continua a leggere