Psicologia dell’Invidia

Invidia

Il vissuto di invidia, così come viene comunemente inteso, altro non è che il desiderio di possedere qualcosa che appartiene a qualcun altro e di cui si sente profondamente la mancanza. L’inadeguatezza sperimentata e il senso di impotenza per l’impossibilità a realizzare il proprio Sé ideale, si traducono in rabbia nei confronti di chi, ai propri occhi, appare pienamente soddisfatto del proprio valore. Come se fosse il successo dell’altro ad oscurare le proprie risorse e potenzialità. L’invidia ha pertanto una forte componente di ambivalenza: al desiderio smisurato di possedere ciò Continua a leggere

Amarsi per essere amati

Perchè gli ho consentito di farmi male?

Nella mia esperienza clinica, non di rado mi capita di ascoltare il dolore di persone infelici e duramente ferite dal partner: uomini che hanno visto tradita la fiducia riposta nella loro donna e umiliati i sentimenti con cui avevano nutrito la propria relazione sentimentale, donne ripetutamente offese nella propria dignità e profondamente colpite nella propria autostima. Persone ingannate da chi giurava di amarle e messe in ginocchio da relazioni in cui speravano di trovare un porto sicuro. Uomini e donne incatenati per anni a partner oppressivi, svalutanti, ossessivi; bloccati in rapporti da cui traevano solo carburante per la propria insoddisfazione; reduci da Continua a leggere

Pokèmon Go e la Sindrome del Rabdomante

Pokemon Go

Sono giorni che non si sente parlare d’altro che di Pokèmon Go. Se negli ultimi tempi non ci fossero stati uno dei peggiori disastri ferroviari dell’ultimo ventennio, un presunto colpo di Stato in Turchia e attentati terroristici a Nizza e a Monaco, ci sarebbe poco da stupirsi; non ci si stupirebbe che anche i tg nazionali, a cavallo tra le previsioni meteo e gli aggiornamenti sul prossimo reality, si occupino della nuova moda con approfonditi e scrupolosi servizi giornalistici (?); non ci si stupirebbe neppure che un semplice gioco possa esser diventato in breve tempo il principale intrattenimento tra i papà al parco mentre i figli si contendono a calci il turno sull’altalena e l’argomento di conversazione preferito tra mamme, su pagine Continua a leggere

La Coppia ai tempi dell’Ikea

Amore ai tempi dell'Ikea

Vi sono relazioni di coppia che si snodano su binari rettilinei e saldi, percorrono l’itinerario previsto da una mappa socialmente predefinita e giungono in perfetto orario nelle stazioni precostituite del fidanzamento, del matrimonio, della prima gravidanza. Storie che appagano le più inverosimili fantasie sulla famiglia ideale, perché non hanno mai subìto un deragliamento, un ritardo, una falsa partenza. Esistenze che si sviluppano attraverso narrazioni idilliache e rassicuranti tanto simili a quegli spot pubblicitari dove un Mulinello fa da sfondo e a colazione, su una tavola imbandita a festa, vengono serviti sorrisi e caffellatte. Relazioni di coppia dalla fedina sentimentale Continua a leggere

Sulle Attese Disattese

Le attese disattese

La gente aspetta sempre qualcosa. C’è chi aspetta un bambino e chi la donna ideale. Chi aspetta la favola e chi qualcuno che gli spieghi la morale. C’è chi aspetta l’occasione giusta e chi di avere una seconda opportunità, perchè la prima lo aveva colto impreparato. Ci sono quelli che aspettano una telefonata, che gli venga restituito un libro o un’illusione o che gli venga detto ciò che vorrebbero sentirsi dire. E c’è chi aspetta quelle scuse che non arriveranno mai, facendo indigestione di pensieri scomodi nella bulimica ricerca di un senso. Ci sono quelli che aspettano che i conti tornino e per Continua a leggere

Subìre un Tradimento

13240083_577366489107828_4096173319741128368_n

Chi scopre di essere stato tradito dalla persona amata ha l’amara sensazione di aver smarrito il velo dorato attraverso il quale aveva fino ad allora guardato alla vita di coppia. E’ come se improvvisamente scoprisse che l’amore altro non è, come dice il sociologo Bauman ne “L’amore liquido”, “un prestito ipotecario fatto su un futuro incerto e imperscrutabileFinché dura, l’amore è in bilico sull’orlo della sconfitta. Man mano che avanza dissolve il proprio passato; non si lascia alle spalle trincee fortificate in cui potersi ritrarre e cercare rifugio in caso di guai. E non sa cosa lo attende e cosa può serbargli il futuro. Non acquisterà mai fiducia sufficiente a disperdere le nubi e debellare l’ansia“. Continua a leggere

Perfetti Sconosciuti

perfetti sconosciuti

Perfetti Sconosciuti è l’ultimo film di Paolo Genovese, uscito nelle sale italiane lo scorso febbraio. Una commedia dal ritmo narrativo incalzante, ben scritta e altrettanto ben interpretata da un ottimo cast di attori nostrani. Una pellicola incentrata su una puntuale e raffinata analisi introspettiva e psicologica dei personaggi, dove l’espediente narrativo è fin troppo semplice. Una cena tra amici di vecchia data e, tra una battuta e un sorso di vino, la proposta di un gioco: i commensali, su provocazione dell’analista del gruppo, accettano di mettere il proprio cellulare al centro del tavolo e di condividere con i presenti il contenuto di qualunque messaggio o telefonata Continua a leggere

Lasciamoli Giocare

Lasciamoli giocare

Se un bambino ti offre il suo disegno, probabilmente ti sta spalancando le porte della sua anima. Se ti chiede di giocare con lui, vuole farti fare un giro sulla giostra della fantasia. Se ti chiede cosa vuoi che ti prepari per merenda con la pasta di sale che stringe tra le mani, ha voglia di dare forma all’amore che nutre per te. Se ti porge un’invisibile tazza di latte, devi assaporarla con calma, poi abbassarti alla sua altezza per guardarlo dritto negli occhi e fargli sapere quanto, quel latte caldo, abbia mandato giù tutte quelle tristezze che di solito si fermano in gola. E’ il minimo che tu possa fare, prima di abbracciarlo e lasciare a briglie sciolte il bambino che dentro di te ha ancora tanta voglia di giocare. Perché il gioco è una cosa seria. Anche da grandi… Continua a leggere

Per non disabituarsi all’idea di Felicità

Felicità

.. aveva imparato che, sebbene il mondo fosse pieno di mostri, avrebbe potuto sconfiggerli; che nonostante la terra di tanto in tanto tremasse, avrebbe saputo restare in equilibrio; che sebbene il tempo fosse nemico delle giuste occasioni, sarebbe riuscita a cogliere al volo le più preziose.
Che i treni passano, ma l’uomo ha imparato a costruire le macchine volanti; che si può sbagliare stazione, ma esistono le coincidenze; che alcune coincidenze devono essere programmate e alcuni programmi mandati all’aria; che si possono perdere chiavi, occhiali e valigie ma mai il rispetto per se stessi. Continua a leggere

Non chiamiamoli delitti passionali

Non chiamiamoli delitti passionali

Si chiamava Sara Di Pientrantonio. Aveva tanti cassetti straripanti di sogni come ogni ragazza della sua età. Aveva da poco chiamato la mamma per tranquillizzarla e per farle sapere che presto sarebbe rientrata a casa. Dopo una serata qualunque trascorsa in compagnia di un’amica, con un cocktail in mano e la prossima vacanza da organizzare. In quelle sere in cui ci si racconta senza freni, si ride di gusto, si condividono i progetti e si mescolano i desideri. Forse Sara le avrà raccontato che con l’ex era davvero finita e che un altro uomo era riuscito a frugarle l’anima, stanandole i tormenti e le mareggiate emotive. Una sera come tante, con i fari dell’auto che squarciano il buio della notte e Continua a leggere